Provincia di Treviso - Regione Veneto

Zone non metanizzate

Agevolazioni per l'acquisto di gasolio e GPL ad uso combustibile in zone non metanizzate e ricadenti all'esterno del Centro Abitato dov'è collocato il palazzo comunale.
 

La legge finanziaria 2010 (L. 23 dicembre 2009 n. 191) non ha esplicitamente previsto la reiterazione delle agevolazioni sul gasolio e sul gas di petrolio liquefatto impiegati nelle frazioni parzialmente non metanizzate dei comuni ricadenti nella zona climatica E, di cui all’art. 13, comma 2,della legge 28 dicembre 2001, n. 448.

Successivamente, l’Agenzia delle Dogane ha fornito un'interpretazione di questa mancata reiterazione precisando che il beneficio risulta invece ad oggi applicabile alle sole frazioni, non metanizzate della zona climatica E, appartenenti a Comuni metanizzati che ricadono nella medesima zona climatica E, intese secondo la lettera del citato art. 4, del D.L. n. 268/2000 come "…porzioni edificate ubicate a qualsiasi quota, al di fuori del centro abitato ove ha sede la casa comunale, ivi comprese le aree su cui insistono case sparse".

Pertanto hanno diritto all'agevolazione quelle utenze che risultano ubicate all’esterno del centro abitato  e all’esterno delle fasce metanizzate.

Il Comune di Borso del Grappa, che risulta parzialmente metanizzato e ricadente nella zona climatica "E", ha individuato, con deliberazione del Commissario Straordinario, nell'esercizio delle funzioni del Consiglio Comunale, n. 5 del 20/02/2012, le zone del territorio comunale che non possono utilizzare gli sconti sul prezzo del gasolio e del gas petrolio liquefatto previsti dalle vigenti disposizioni di legge in materia (Vedi planimetria).

 


Che cosa fare per avere le agevolazioni:

  1. Verificare sulla planimetria allegata alla deliberazione del Consiglio Comunale n. 29 del 03/09/2012 se  l’utenza per cui si chiede lo sgravio fiscale risulta in area non metanizzata, ossia se lo stesso è posto a più di 80 metri dalla più vicina conduttura gas.
  2. Compilare una dichiarazione sostitutiva dell'atto di notorietà secondo il modello consegnato dal fornitore;
  3. Consegnare la dichiarazione direttamente alla ditta fornitrice del combustibile, che provvederà a fornire lo stesso a prezzo agevolato. E' consigliabile che anche il cittadino conservi una copia della documentazione.
torna all'inizio del contenuto