Allerta siccità: ordinanza per limitare l’uso dell’acqua potabile

Pubblicata il 21/06/2022

Allerta siccità. Con ordinanza sindacale n. 3 del 21/06/2022, allegata, il Comune di Borso del Grappa vieta su tutto il territorio comunale, fino a nuova disposizione, l’uso dell’acqua potabile per usi diversi da quello alimentare e igienico-sanitario.

 

L’ordinanza accoglie la richiesta di Alto Trevigiano Servizi che, in qualità di Gestore del Servizio Idrico Integrato, ha manifestato ai Comuni soci la necessità di attuare provvedimenti di competenza finalizzati a limitare l'utilizzo dell'acqua potabile per scopi strettamente civili, al fine di preservare l'uso potabile dell’acqua fornita dalla rete acquedottistica gestita dalla Società e fronteggiare le potenziali criticità nella fornitura idrica.
 

Pertanto, fino alla revoca dell’ordinanza, tutti gli utenti del Servizio Idrico Integrato sono tenuti ad un uso estremamente accorto dell'acqua fornita dal pubblico acquedotto e ad impiegare l'acqua fornita dal pubblico acquedotto esclusivamente per gli usi alimentari ed igienico-sanitari.
 

E’ vietato inoltre impiegare acqua potabile fornita dall’acquedotto pubblico per le seguenti attività pubbliche e private non essenziali quali:

  • lavaggio di cortili e piazzali;
  • lavaggio domestico di veicoli a motore;
  • il riempimento di vasche da giardino, fontane ornamentali e simili;
  • innaffiare orti e giardini.

 

L’ordinanza invita inoltre tutti i cittadini ad adottare ogni utile accorgimento finalizzato al risparmio dell'acqua, come ad esempio:

  • riparare prontamente perdite, anche minime, da rubinetti, sciacquoni, ecc.;
  • installare sui rubinetti dispositivi frangi getto che, mescolando l'acqua con l'aria, consentono di risparmiare risorsa idrica;
  • impiegare lavastoviglie e lavatrici solo a pieno carico;

 

L'inosservanza delle disposizioni è punita con la sanzione amministrativa pecuniaria da 25 a 500 euro.


Allegati

Nome Dimensione
Allegato ORDINANZA SINDACALE N. 3-2022.PDF 112.43 KB

Categorie Avviso

Facebook Twitter
torna all'inizio del contenuto