Comune di Borso del Grappa

Utenze domestiche

Informativa sulla maggiorazione per i servizi indivisibili - Utenze domestiche

 
CHI DEVE PAGARE LA MAGGIORAZIONE?
I soggetti passivi tenuti al pagamento della maggiorazione sono i medesimi della Tariffa corrispettivo per la gestione dei rifiuti urbani, ossia tutti coloro che a qualsiasi titolo occupano, posseggono o detengono locali o aree scoperte operative suscettibili di produrre rifiuti urbani o assimilati.

COME SI CALCOLA LA MAGGIORAZIONE?
La maggiorazione si calcola moltiplicando la superficie calpestabile dell’immobile per € 0,30/mq e in funzione dei giorni di occupazione dell’immobile.
(Esempio di calcolo: superficie di 100 mq x € 0,30 = € 30 importo totale dovuto se l’immobile è occupato per l’intero anno. In caso di occupazioni inferiori all’anno l’importo andrà calcolato nel seguente modo: mq ___ x € 0,30/mq ___ x gg. ___ / 365 gg. = € ___)

COME SI CALCOLA LA SUPERFICIE AI FINI DEL CALCOLO DELL’IMPORTO DELLA MAGGIORAZIONE?
Fino all’attuazione di cui al comma 9 bis dell’art. 14 del D.L. 201/11, la superficie delle unità immobiliari a destinazione ordinaria iscritte o iscrivibili nel catasto edilizio urbano assoggettabile al tributo è costituita da quella CALPESTABILE (ovvero i metri quadrati netti misurati al filo interno delle murature) dei locali e delle aree suscettibili di produrre rifiuti urbani ed assimilati.

PER QUALI LOCALI/AREE SI VERSA IL TRIBUTO PER LE UTENZE DOMESTICHE?
I locali per i quali vige il presupposto ai fini del calcolo della maggiorazione sono le superfici adibite a civile abitazione,comprese le pertinenze (garage, magazzini, cantine, seminterrati);
Sono escluse dal tributo:
a) le aree scoperte pertinenziali o accessorie a civili abitazioni, quali i balconi e le terrazze scoperte, i posti auto scoperti, i cortili, i giardini e i parchi;
b) le aree scoperte pertinenziali o accessorie a locali tassabili e le aree comuni condominiali di cui all’art. 1117 del codice civile che non siano detenute o occupate in via esclusiva;

DOVE SI PUO’ PAGARE CON IL MODELLO F24?
  • presso gli sportelli bancari (in contanti o con addebito sul conto corrente) senza addebito di oneri o commissioni
  • attraverso il sistema di home-banking se previsto dalla propria banca
  • presso gli uffici postali (in contanti senza addebito di oneri e commissioni, con carta: Bancomat, PostePay, prepagate, ecc. o con addebito sul conto Banco Posta)
  • Online su www.poste.it
I moduli F24 sono inoltre disponibili presso gli istituti bancari e gli uffici postali.
Per l’anno 2013, l’importo minimo al di sotto del quale non si procede al versamento è fissato in € 2,00.


Per ulteriori chiarimenti e/o informazioni sul pagamento della quota di maggiorazione per i servizi indivisibili comunali:

- visitare il sito www.contarina.it
 
- contattare (dal lunedì al venerdì dalle 8.30 alle 19.00 e il sabato dalle 8.30 alle 13.00):
  •  il numero verde 800.32.86.44 (solo da telefono fisso, chiamata gratuita)
  •  il numero 02 39990172 (da cellulare, chiamata a pagamento)